Competitività E Trasformazione Digitale

sign-board-stanford.jpg

Per non rimanere ai margini di un mercato in continua trasformazione le aziende sono obbligate ad essere sempre più competitive e per farlo hanno davanti due scelte possibili: continuare a fare meglio le stesse cose oppure trasformarsi.

La prima scelta consiste in un approccio iterativo nel quale l’azienda ricorre alla tecnologia per continuare a fare sostanzialmente le stesse cose di prima, ma in modo più veloce, meno costoso, magari anche più efficace. 
Basta pensare al modo in cui la maggior parte delle aziende si presenta sul sito o nelle pagine social per rendersene conto.

La seconda scelta invece consiste in un approccio innovativo e dirompente che implica la trasformazione digitale dell’azienda, ovvero un suo riallineamento attraverso investimenti in nuove tecnologie focalizzate su quei processi che danno valore ai clienti e su nuovi modelli di business che creano valore. 

La differenza tra le due scelte riflette la differenza tra iterare e innovare. Iterare significa ripetere le stesse cose migliorando ogni volta in modo incrementale anche se ciò non implica necessariamente innovare.
Innovare invece significa fare cose nuove, utili che creano nuovo valore che prima non c'era e quando c'è, rende obsoleto quello che c’era prima.

Paradossalmente la tecnologia non riveste il ruolo principale nella trasformazione digitale dell’azienda, ma diventa catalizzatore di uno scopo più ampio di fare business in un’economia digitale al servizio del digital consumer, del cliente digitale.

Crediti immagine: Visualhunt.com

 

powered by Typeform