Quasi 10 Anni di Strategia Oceano Blu - Seconda parte

Non esistono soluzioni praticabili e tantomeno vie d’uscita dalla crisi se si continueranno a percorrere le solite strade, ad applicare gli stessi metodi, sistemi, principi del passato che hanno contribuito a generare quegli stessi problemi che oggi si vorrebbero risolvere. Questo è senz’altro uno dei principali insegnamenti che possiamo ricavare dall’esperienza dell’ultimo decennio.

"I problemi delle aziende non si risolvono soltanto con la tecnologia o ristrutturando i processi"

... ma con un approccio più efficace e più strutturato all’innovazione che investe sulle persone (siano esse consumatori, utenti, dipendenti, …) e crea così un ritorno a lungo termine. Diversamente, le aziende non riusciranno a creare innovazione di valore, quindi non torneranno a crescere.

Di qui l’esigenza di ricorrere a soluzioni e metodi che trascendano i confini del pensiero convenzionale. Ecco perché in un tale contesto stimolare la creatività è un’esigenza strategica.

"Lo stimolo della creatività diffonde la consapevolezza che l’innovazione non è un prodotto o un servizio da acquistare, bensì una risorsa personale da coltivare, alimentare e perfezionare continuamente."

Cosa hanno fatto in questi dieci anni le grandi aziende come Amazon, Apple, Google, Zappos, Virgin Group, Samsung? Hanno investito nel miglioramento dello stile di vita dei consumatori. Così facendo hanno creato e continuano a ridisegnare nuovi spazi di mercato, neutralizzando la concorrenza. Il loro business non si limita alla realizzazione di un determinato prodotto o servizio, ma coincide piuttosto con qualcosa di molto più ampio nonché essenziale: migliorare la vita delle persone, rendendola più divertente, più emozionante, più semplice, più comoda, più libera, più sicura, più significativa, più efficiente e più armoniosa.

Un tale cambiamento apparentemente insignificante, ha in realtà delle enormi implicazioni nel pensiero strategico.

 


L'immagine del post è tratta dal libro originale “Slingshot. Re-Imagine Your Business, Re-Imagine Your Life” ed è stato realizzato di bambini della St. Stephen School di Grand Rapids, Michigan.