Brand Da Vivere Non Da Raccontare

cuoresole_1500.jpg

Ogni anno 22 milioni di italiani fanno acquisti online utilizzando dispositivi mobili (tablet e smartphone). Il trend è in aumento e non accenna a diminuire. Tutti vogliono essere su internet, ma esserci tanto per esserci ormai è solo un costo.

Esserci in modo efficace richiede di prestare particolare attenzione a presenza, visibilità e reputazione, al punto di smarcare tutti i punti elencati qui sotto.

La presenza corrisponde al vestito, a quello che si vede, a come ti presenti online:

  • dominio personalizzato identificabile
  • sito dinamico ottimizzato
  • responsivo e compatibile
  • CMS standard e veloce
  • contenuti di qualità
  • privacy policy

La visibilità corrisponde alla capacità di farti trovare da chi ti cerca:

  • mailing list
  • newsletter
  • profili social
  • profili piattaforme
  • campagne di advertising sui social

La reputazione corrisponde a come si parla di te:

  • monitoraggio presenza e visibilità
  • livello di coinvolgimento
  • gestione interazioni
  • gestione situazioni critiche
  • misura risultati
  • miglioramento

Tuttavia il punto di partenza di qualsiasi attività di sviluppo e di promozione del brand non coincide con nessuno di questi tre fattori bensì con la risposta (o le risposte) alla domanda “perché ci vuoi essere anche te” su internet?

Decidere di avere il sito, dei profili social, di gestire una mailing list e magari sviluppare anche un’app significa innanzitutto investire risorse economiche in qualcosa con un ritorno non sempre molto intuitivo.

La risposta alla domanda “perché ci vuoi essere anche te?” non è così scontata dal momento che non serve rispondere “ci voglio essere anch’io per fare più clienti” o “per aumentare il fatturato” o “per farmi pubblicità” o “per avere più Fan e Follower”. 

Ciò che da senso al tuo sito web, al profilo social e a tutta la comunicazione (online e offline) è proprio il perché hai deciso di fare quello che fai, la tua visione del mondo, la passione per ciò di cui ti occupi, per il problema che risolvi alle persone alle quali ti rivolgi.

Come pensi di distinguerti dalla massa in un contesto in cui tutti usano gli stessi strumenti di comunicazione e la stessa tecnologia esattamente nello stesso modo?

Come pensi di farti trovare, di attirare e soprattutto di trattenere l’attenzione di “clienti digitali” che sanno tutto dei prodotti o servizi che scelgono di acquistare online per riceverli subito al minor prezzo?

Quando mezzi di comunicazione e tecnologia appiattiscono tutti e tutto sullo stesso livello, quando sono fine a se stessi non rappresentano alcun vantaggio competitivo efficace: la riprova è nei siti e profili social senz’anima che evitiamo tutti i giorni.

Esiste un’alternativa per evitare questo appiattimento globale? Certo, esiste il modo di farsi riconoscere nella massa senza bisogno di urlare più forte degli altri.

Innanzitutto occorre fare leva su tecnologia e comunicazione per valorizzare l'elemento personale, per fare emergere chi sei, la tua motivazione, la tua visione del mondo, la missione che vuoi realizzare attraverso la tua attività, la passione per la soluzione di un problema o di una causa che ti sta a cuore.

In secondo luogo, sempre facendo leva su tecnologia e comunicazione occorre offrire valore aiutando le persone a risolvere problemi specifici legati alla tua attività. Questo avrà molteplici vantaggi: ti darà modo di farti conoscere senza filtri e di dimostrare a chi non ti conosce ancora, competenza, autorevolezza, serietà, disponibilità, generosità e anche autenticità, genuinità, empatia. 

In modo del tutto naturale questi due approcci confluiscono in una visione dell’attività imprenditoriale, commerciale, professionale più adeguata al contesto:

  • meno “prodotto-centrica” e molto più centrata sulla persona (cliente, dipendente, collaboratore, fornitore, investitore, ..), 
  • meno focalizzata sull’efficienza dei processi e molto di più sul significato, sul valore dell’impatto delle scelte fatte tenendo conto del cliente, 
  • molto più attenta al “perché?” si fanno le cose che al “come?” vengono fatte,
  • molto più incline a considerare le persone come il vero vantaggio competitivo che non la tecnologia, le infrastrutture o i processi.

In ultima sintesi, sviluppare la storia del tuo brand non è solo qualcosa che racconti, ma tutto ciò che fai e come decidi di farlo.

powered by Typeform